Gli imprenditori umani

Progetto senza titolo-3

Se Derek Sivers venisse dalle mie parti (nel nord est italiano), probabilmente lo prenderemmo per un tipo molto strano.

Lo vedremmo come un visionario artistoide. Forse, matto.

Uscirebbero frasi come “carino, ma…”, “eh no, qui è impossibile”, “troppo onesto, vecchio mio”, “così fallisci subito”.

Lo prenderemmo per uno che viene a raccontarci un mondo che non è il nostro. E quindi, probabilmente, fine della storiella.


Nel 1998 Sivers crea un sito di e-commerce, chiamato CD Baby. Lo fa partendo da zero, studiando e imparando a programmare da solo.

Lui vuole semplicemente vendere il suo disco (è musicista) e quello di pochi altri amici. Da lì però il sasso cade nello stagno. E l’onda si espande.

In dieci anni CD Baby passa da 0 a 4 milioni di dollari di vendite al mese.


E qui c’è il coniglio dal cilindro: Sivers fa una cosa totalmente incomprensibile per qualsiasi “prenditore”.

Crea un fondo benefico chiamato Indipendent Musician Charitable Remainder Unitrust, a cui trasferisce tutti gli asset di CD Baby.

Alla sua morte, gli asset saranno destinati interamente all’educazione musicale. Per ora invece, finché è vivo, il fondo gli versa una rendita annua del 5%.


Poi succede che Disk Makers compra il gioiello, versando nelle casse del fondo 22 milioni di dollari. Ma questi sono dettagli…

Morale della favola: si nota la differenza rispetto ai “prenditori”?

Derek Sivers appartiene a una generazione diversa.

Una generazione di imprenditori umani.

Con codici etici. Scolpiti nella pietra.


Le 11 regole di Derek

1) Non si fa impresa per soldi. Si fa impresa per realizzare dei sogni, per gli altri e per se stessi.

2) Creare un’azienda è la soluzione più efficace per migliorare il mondo, migliorando nel contempo anche se stessi.

3) Quando crei un’azienda, crei un’utopia. È qui che progetti il tuo mondo ideale.

4) Non fare mai nulla solo per i soldi.

5) Non metterti in affari solo per guadagnare. Fallo solo per rispondere a delle richieste di aiuto.

6) Il successo è frutto di un processo continuo di invenzione e miglioramento, non del continuo ostinarsi a promuovere ciò che non funziona.

7) Il tuo business plan è opinabile. Non puoi sapere cosa vuole davvero la gente finché non cominci a metterci mano.

8) Partire senza soldi è un vantaggio. Non c’è bisogno di soldi per cominciare ad aiutare gli altri.

9) Non puoi piacere a tutti, perciò escludi orgogliosamente certe categorie di persone.

10) Renditi inutile per la gestione della tua azienda.

11) Il vero scopo di qualunque attività è la felicità, perciò fai solo ciò che ti rende felice.

foto: 2015.theconference.se

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...