Criminali e colombe

Progetto senza titolo

Questi erano criminali veri. Professionisti serissimi della rapina a mano armata.

La Banda degli ex presidenti.

Hanno fatto una caterva di colpi a Los Angeles, tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90.

Precisi al millimetro, rapidissimi, senza il bisogno di uccidere.

In pratica, dei fantasmi. Che però rubavano montagne di dollari.


D’accordo, era solo un film.

Ma c’è un dettaglio che trascende la finzione: loro rapinavano senza mezze misure. Senza equivoci. Senza fraintendimenti. Senza bugie.

Non fingevano di fare altro. Facevano esattamente quello.


Possiamo dire lo stesso dei colletti bianchi?

I signori in giacca e cravatta che confezionano reati di criminalità finanziaria (aggiotaggio, truffa fiscale, bancarotta fraudolenta, ecc.) lo fanno alla luce del sole? Oppure c’è qualche dettaglio non dichiarato?

I colletti bianchi che sono nostri colleghi, parenti, amici, amici di amici, conoscenti alla lontana, fanno unicamente il loro lavoro?

O c’è dell’altro?


In fase legislativa, i rappresentanti politici colpiscono gli ‘spacciatori di mala-economia’ con la stessa fermezza con cui colpiscono gli spacciatori di cocaina? (cit. Gian Antonio Stella)

In fase divulgativa, i responsabili dell’informazione si prodigano per l’imparzialità e la veridicità della notizia o riversano inchiostro digitale che qualcuno leggerà per essere ‘aizzato’ e poi ‘addormentato’?


E i cittadini perbene – cioè io e te – cosa pensano della criminalità? Chi sono, per noi, i criminali?

E quanti livelli ci sono di criminalità? Quanti livelli accettiamo che ci siano?

Solo uno? Di un solo colore? Con un accento non italiano?


E noi siamo colombe innocenti?

Noi – che fino a prova contraria siamo proprio i cittadini perbene – ci comportiamo sempre alla luce del sole?

Tutto quello che facciamo è esattamente quello che diciamo di fare? O ci capita di sconfinare anche nel ‘diversamente legale’?

Ci hanno fatti bravi per sempre? Siamo talmente fortunati da avere un’automatica propensione all’innocenza? O ci servono, ogni tanto, dei corsi di aggiornamento in materie quali educazione civica, etica, legalità, rispetto profondo delle diversità?

Ok. Per oggi, domande finite.


“Noi non ci battiamo per i soldi. Noi ci battiamo contro il sistema. Quel sistema che uccide lo spirito dell’uomo. Noi siamo l’esempio per quei morti viventi che strisciano sulle autostrade nelle loro infuocate bare di metallo. Noi dimostriamo con la nostra opera che lo spirito dell’uomo è ancora vivo.”
Bodhi (leader Banda degli ex presidenti)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...